<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> ArcadiA Club - Orazio: le Satire o Sermones <% sez_id = 6 immm = "cestino" categoria = 17 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "22" sc_asp = 1 %> <%-- --%>
 
- Orazio: Odi o Carmina -
 
 Scritto da: VeNoM00
ARTICOLO IMMAGINE


Struttura

Le odi sono divise in quattro libri pi¨ il carmine seculare, scritto nel 17 a.C. per celebrale i ludi seculares, che fu cantato da 27 giovinetti e altrettante fanciulle; lo scritto ha un'impostazione allocutiva (da ad-loquor): si rivolge per nome ad un lettore in seconda persona singolare.
Dal punto di vista metrico usa i metri eolici della poesia alcaica (ispirandosi ai giÓ citati Alceo e Saffo), la strofa alcaica e lo asclepiadeo maggiore e minore.

Modelli

Orazio per il componimento delle Odi si rifÓ alla poesia alcaica, che a sua volta prende ispirazione direttamente dalla lirica greca arcaica, in particolare riferimento ai suoi maggiori esponenti: Saffo, Archiloco e Alceo. Archiloco Ŕ modello per ci˛ che riguarda numeros et animos, ovvero per i metri e lo spirito ma non per res et verba, ovvero materia e parole.
Si ispira anche a Pindaro, noto nel linguaggio comune per i voli pindarici. Egli scriveva infatti di sogni eventi impossibili e fuor di logica. Rispetto a Pindaro, Orazio dichiara di essere inferiore per l'ispirazione ma di essere superiore per il labor limae.

I temi

I temi principali sono di carattere civile, religioso, conviviale (o simposiaco), gnomico (massime morali), e a volte erotico.

  • I e II libro: poesie d'occasione (per celebrare occasioni, compleanni e altro) e due blocchi tematici; il primo sulla brevitÓ della vita, le gioie dei conviti e l'esaltazione dei godimenti della vita e il secondo sulle pene d'amore, la celebrazione di Augusto, il dolore del poeta di fronte alle guerre civili e una dichiarazione di poetica (fine del primo libro).
  • III libro: le prime sei odi sono le odi romane in cui si celebra in particolare Augusto, pi¨ i temi dei primi due libri.
  • IV libro: stessi temi del III.

 


Rilievo rappresentante Orazio
 
<< INDIETRO