<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente è registrato qua e là, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> ArcadiA Club - La Crocifissione di san Pietro (Caravaggio) <% sez_id = 37 immm = "galart" categoria = 2 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "34" sc_asp = 1 %> <%-- --%>
 
- La Crocifissione di san Pietro (pittura ad olio) -
 
 Analisi critica opera di: Caravaggio
IMMAGINE DATI GENERALI


CLICCA PER INGRANDIRE

CLICK PER INGRANDIRE
 
La Crocifissione di san Pietro

Autore: Caravaggio
Dati tecnici
: olio su tela, 230x175cm
Datazione
: n/a
Ubicazione: conservata a Roma, presso Santa Maria del Popolo, cappella Cerasi
Curiosità: n/a
 

COMMENTI E RIFLESSIONI

Commento

Quest'opera fu commissionata al Caravaggio nell'anno 1600 da monsignor Tiberio Cerasi (tesoriere del papa, Clemente VIII) per la sua cappella di famiglia in Santa Maria del Popolo. La richiesta comprendeva anche "La Conversione di Saulo" e la "Vergine Assunta" (ordinata però ad Annibale Carracci). Cerasi tuttavia rifiutò entrambe le tele del Caravaggio perché contrarie al decoro e le fece sostituire con altre due opere. La tela era impostata per essere vista di scorcio nel ristretto spazio della cappella, fatto che giustifica la forte impostazione su assi obliqui, particolarmente adatta ad essere osservata da uno spettatore in movimento. Gli assi inclinati contribuiscono inoltre alla perfetta integrazione tra spazio pittorico e spazio reale, con un conseguente intenso coinvolgimento emotivo da parte dell'osservatore. Caravaggio è in sostanza riuscito a risolvere con grande padronanza i problemi compositivi legati al rapporto dell'opera con l'osservatore e l'ambiente circostante. L'opera, che rappresenta appunto la crocifissione di san Pietro, descrive con toni drammatici un'azione fulminea esaltata dal contrasto chiaroscurali (simbolo della grazia salvifica e delle tenebre del peccato) generati dal fascio di luce che illumina le figure a grandezza reale. I personaggi inoltre sono parte di un contesto di vita quotidiana, umile e popolare, elemento che rende il tutto ancor più reale. La luce colpisce il santo e perpendicolarmente gli operai-carnefici lungo le diagonali, generando un trattenuto moto elicoidale che preannuncia la tragica morte del protagonista. Se si osserva Pietro si può notare il volto stoicamente tranquillo, quasi come sapesse che la sua morte è al contempo simbolo della nascita della Chiesa, in forte contrapposizione con le anonime figure che manovrano con forza e tensione plastica la croce.

 

<% 'ADV_ORGANIZER 1.1 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,120,90,,,8,,1,0,1,)) %> <% 'ADV_ORGANIZER 1.1 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,728,90,,,7,,1,0,1,)) %>
 
<< INDIETRO by VeNoM00