ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
galart.htm   Galleria d'arte - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 

 
- Vocazione di Matteo (pittura ad olio) -
 
 Analisi critica opera di: Caravaggio
IMMAGINE DATI GENERALI


CLICCA PER INGRANDIRE

CLICK PER INGRANDIRE
 
Vocazione di Matteo

Autore: Caravaggio
Dati tecnici
: olio su tela, 322x340cm
Datazione
: 1600-1602
Ubicazione: Roma, chiesa di San Luigi dei Francesi, cappella Contarelli
CuriositÓ: n/a
 

COMMENTI E RIFLESSIONI

Commento

Quest'opera fu composta da Caravaggio in occasione dell'anno giubilare 1600 per il ciclo che gli era stato commissionato per la cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi: si trattava della sua prima grande commissione pubblica a tema religioso. Il progetto di decorazione era stato voluto dal cardinale Mathieu Cointrell (Matteo Contarelli) nel 1565, proprietario della cappella ma inizi˛ dopo la sua morte. La direzione dei lavori fu affidata a varie personalitÓ e infine per volere del Cardinal del Monte a Caravaggio. Le decorazioni dovevano consistere nella narrazione di vicende riguardanti il santo omonimo di Contarelli, San Matteo. Caravaggio dipinse "Vocazione di san Matteo" e "Martirio di san Matteo". Nella Vocazione il pittore tenta di "fare una storia lavorando sul quotidiano", ovvero utilizzare un linguaggio estremamente semplice e comprensibile per esprimere il sacro. La scena rappresenta Matteo Levi, esattore delle tasse, pubblicano e quindi peccatore, in una stamberga con altri esattori occupati a contare monete. Matteo viene per˛ colpito dalla luce intensissima luce proveniente dalle spalle di Ges¨ che lo indica per chiamarlo a sÚ. Il personaggio a fianco di Ges¨ Ŕ Pietro, figura rappresentante la Chiesa, a metÓ tra il divino e l'umano. La luce tagliente amplifica il gesto di Cristo (la cui posa della mano Ŕ un'evidente citazione a quella di Adamo della volta della Cappella Sistina) di vocazione dell'apostolo. Caravaggio riesce a descrivere con toni elevati l'umile realtÓ, grazie al suo caratteristico uso della luce, sulla finestra impannata, sugli oggetti sparsi sul tavolo e sui colori dei vestiti dei presenti. La luce di Cristo Ŕ infatti per tutti e dirada le tenebre (forti e pesanti dietro l'anta della finestra e sotto la lama di luce) per chi Ŕ disposto a riceverla; infatti i tre personaggi che guardano verso la fonte luminosa saranno salvati, mentre gli altri due, che hanno scelto di ignorarla sono condannati. ╚ dunque espressa in maniera implicita anche la tesi sulla libertÓ di scelta nella visione cattolica in opposizione a quella protestante, tema allora molto attuale.

 



 
<< INDIETRO by VeNoM00  


Video collegati Visualizza i video di questa pagina
Visualizza video sull'argomento "vocazione".
Visualizza video sull'argomento "matteo".
Visualizza video sull'argomento "caravaggio".
Visualizza video sull'argomento "vocazione di matteo caravaggio".


Dý la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa pi¨ dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicitÓ | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2017 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietÓ di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: