<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> ArcadiA Club - Lettera all'anima del vento <% sez_id = 4 immm = "articoli" categoria = 6 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "17" sc_asp = 1 %> <%-- --%>
 
- Poesia -
 
Scritta da: aFiGoZ | Invia un articolo | Discuti sul FORUM
POESIA IMMAGINE


Lettera all'anima del vento

Anima del vento, se oggi ti scrivo Ŕ perchŔ vorrei sentire, vorrei riprovare le nostre mille conversazioni con gli occhi... Vorrei il passato, vorrei l'incrociarsi dei nostri pensieri nella soffocante aria di una piccola stanza, vorrei gli attimi della musica che mi hanno legato a te come le nuvole al cielo... Ricordo la triste e dolce amarezza di ogni istante del nostro vagare nei sogni della notte d'estate, i nostri incontri in quei momenti di tepore dove la realtÓ si abbraccia languidamente all'immaginazione e illude i sensi che, trascinati dall'attimo, si chiudono in un'illusione di teneri sorrisi e... E ci sono dieci passi e due paesi tra di noi, tra di noi e il mare di un'altra forma. Non ti chiedo pi¨ nulla... Solo le mie cose che ho lasciato nella nostra stanza, i pensieri che hai chiuso in essa, gli attimi, le lacrime e una parte di me. Non negarmi l'ultimo saluto, non privarmi del vento che spira la tua passione... Concedimi l'ultimo ballo sotto le fredde luci artificiali della notte... Dammi un viaggio, dammi Strasburgo, dimmi perchŔ non poteva essere fuoco! Chiedimi cosa vuol dire stringere ghiaccio tra le mani... Parlami della direzione verso la quale stiamo nuotando... No, non farlo... Non riesco pi¨ a lasciarmi tirare dalla corrente.

Senti come batte sulla membrana viva del mio torace il rullo di un dolore che potrei sopportare solo se tu mi portassi per mano... Cosa posso dire se il tuo spirito mi ha rubato un secolo di speranze... Cosa sono se posso dire di essere immobile a guardare piccoli colori della cenere che cadono dalla sigaretta della mia vita?

Solo io te e il mare visto da un tetto di Venezia e a coprici il manto blu della notte, la luna ci fissa e... E... E se partissimo ora io non avrei pi¨ la terra sotto i piedi e potrei volare verso l'infinito con te e il ricordo che non ho saputo scegliere... Mille urla, mille pugni, mille cubi d'ansia, tremore, pazzia dolce... Solo Noi e te e poi pi¨...

PerchŔ non basta mai? PerchŔ mi rigiro ad occhi chiusi in una bottiglia che non pu˛ contenermi? PerchŔ non c'Ŕ un tempo in noi? Dove mi tormenti? Dove sanguino? Da cosa l'ispirazione, dove i tasti per suonare l'ultima ballata? Dove? Da dove le mie mani iniziano a gelarsi e il mio respiro a farsi pi¨ lieve sulla tua scia e... Tutto il mondo non vale un tuo cenno sulle palpebre di un arcobaleno dorato... perchŔ i brividi solcano il mio cercare una foglia di fantasmi e falsi profeti? Da quando non Ŕ come nell'arte... Voglio vivere di pi¨ dove non c'Ŕ luce e dove tutto Ŕ pi¨ giusto e longilineo... Scivolando tra pagliacci di parole che tra poco finiranno e mi lasceranno solo sull'asfalto degli anni novanta... Il tempo: un soffio pieno di profumi che non passa mai ma cancella dall'uomo ci˛ che lo crede tale... Dammi una sera ancora per danzare la prima volta... ma in un altro spazio... dall'altra parte della sfera che ci compone... Te ne stai andando nella mia stessa direzione! Non ci troveremo mai! Aspettami! Io ti dar˛ tutto me stesso per un "te lo prometto"... Pi¨ in lÓ se non avr˛ adempito al mio obbligo potrai correre ancora e io mi fermer˛... per sempre e quindi... Mai...

Lunedý 28 giugno 2004 - 20.14.06

 


Immagine della poesia
 
<< INDIETRO