ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
love.htm   Love - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 

Consigli sentimentali
 
Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento


Love Come affrontare le critiche
Che cosa si nasconde dietro alle frasi cattive e come reagire



Mettiamo subito in luce un dato di fatto: nessuno è esente dall'essere criticato, tutti (intelligenti, belli, simpatici, ricchi, famosi, potenti, ecc.) critichiamo e tutti veniamo criticati. A volte, quando non focalizziamo bene le situazioni, ci sembra che l'intero mondo ci abbia preso di mira per poi abbatterci con un odio e una determinazione senza pari, ebbene, è davvero così o stiamo un po' esagerando? Proviamo a scoprirlo.

Esistono diversi tipi di critiche, analizzandone le categorie più ricorrenti possiamo con buona probabilità farci un'idea di quanto devono importarci e di quanto queste possano essere fondate:

  • Critiche mosse da invidia - Probabilmente sono le critiche più diffuse in assoluto e quelle che meno vanno ascoltate, anzi, in molti casi sono un segnale positivo: se ci attaccano significa che stiamo andando bene, che siamo forti e che stiamo raggiungendo dei risultati. Non prendiamo neanche lontanamente in considerazione queste frecciatine e impariamo a sorridere di fronte a chi vorrebbe prendere il nostro posto. Se non subissimo mai critiche allora dovremmo sinceramente preoccuparci perchè significherebbe o che facciamo pietà o, peggio che peggio, che risultiamo indifferenti.
     
  • Critiche mosse da malumori - Non di rado capita di essere inaspettatamente "aggrediti/e" da persone del tutto insospettabili; riceviamo frasi amare e spietate senza comprenderne la ragione e magari ne soffriamo molto di più perchè appunto rivolte da chi di norma ci è amico/a; sono questi i casi in cui porzioni negative di vita altrui (maltrattamenti, fallimenti, stanchezza, salute, ecc.) arrivano a scaricarsi su persone del tutto estranee: noi. Non prendiamocela perchè chi è sotto stress dice ciò che gli altri dicono ma che di per se non pensa. Ricordiamo anche che ognuno di noi ha i suoi limiti e difetti, non troveremo mai persone perfette, occorre sempre sapersi capire e venire incontro.
     
  • Critiche di scherno - Sono quelle ingenue affermazioni basate su giudizi superficiali e poco convinti. Queste persone che a noi sembrano del tutto determinate e motivate, agiscono senza conoscerci e spesso non credono neppure in ciò che dicono. Essere intelligenti significa avere la capacità di immedesimarsi nelle persone, ebbene, da qui si evince il livello qualitativo, l'attendibilità e la rilevanza di queste sentenze "sparate a vuoto": zero. L'importante è non prendersela e imparare a rispondere sulle rime senza mai dare soddisfazione, preferibilmente con un sincero sorriso compassionevole (se non ci viene da ridere ci basta pensare all'infaticabile criceto che corre a vuoto nel loro microscopico cervello).
     
  • Critiche costruttive - Queste notazioni si distinguono da tutte le altre perchè immediatamente recepibili come intelligenti, ragionevoli; si riconoscono subito perchè non mirano mai a distruggere la persona bensì a "migliorarla", ad individuare un problema risolvibile e a porne una soluzione sensata. In questo senso chi ci critica (con garbo e tatto) si dimostra una persona che davvero si preoccupa di noi: ascoltiamola con rispetto e riflettiamo sui suoi consigli, fatto questo operiamo una scelta comunque personale e agiamo di conseguenza.

In sostanza, la chiave per riconoscere una critica veritiera da una mendace sta proprio nella sua causa scatenante. Poichè tutti sanno di stare dicendo parole che generano sofferenza: chiediamoci il perchè accettano di mettersi nelle condizioni di un possibile contrasto. Ad ogni giudizio corrisponde una causa scatenante, un perchè (ire, rancore, stanchezza, vera amicizia, superficialità, ecc.), il modo giusto di reagire è diventare attenti osservatori di se stessi e degli altri:

  • Abbiamo davvero questo difetto e/o questa mancanza?
  • Chi l'ha rivolta ha motivi/interessi a farci del bene o del male?
  • Ci costa di più sottoporci al difetto o continuare così?

Scritto da:
aFiGoZ


 
 









 
Love Torna alla sezione Love
 


Video collegati Visualizza i video di questa pagina
Visualizza video sull'argomento "come".
Visualizza video sull'argomento "affrontare".
Visualizza video sull'argomento "critiche".
Visualizza video sull'argomento "come affrontare critiche".


Dì la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa più dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicità | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2017 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietà di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: