ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
articoli.htm   Articoli - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 

Articolo
 
Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento


Articoli Solo il genio riconosce il genio
I problemi della genialità e i rapporti con le persone comuni




Come nasce un genio





 Solo il genio riconosce il genio

La "genialità" si esprime in parecchi modi ma l'unico che l'uomo comune riesce a concepire è quello della logicità estrema;  il motivo è molto semplice: ciò che è razionale appare verificabile concretamente, direttamente ed è soprattutto facilmente decostruibile: chiunque può risolvere un'equazione di secondo grado, pochi saprebbero riprodurne il ragionamento che vi sta dietro. Il problema è che quello logico è solo uno dei modi di esprimere facoltà eccezionali, si veda ad esempio l'aspetto creativo della genialità (forse il più importante), è sminuito, se non del tutto ignorato.

Che cos'è la logica senza un'idea da sottoporre ad analisi, a critica e verifica? Nulla. Il creativo è colui che versa nel sacchetto delle idee conosciute nuovi pensieri, orizzonti inesplorati, un mestiere che tutti dicono facile ma che pochi riescono davvero a replicare.

Ora, come reagisce una persona comune le cui aspettative vengono disilluse, le regole sconvolte, le certezze frantumate e i valori calpestati? Nella migliore delle ipotesi risponderà con un rifiuto, in altre con l'esclusione, in altre ancora con l'oscuramento (dall'antico uccidere al moderno deridere). Tutto questo è disdicevole ma "normale", naturale e consequenziale; di fronte alla negazione del proprio bagaglio intellettuale, di ciò che si è dato per "certo" e assodato, è facile che si scateni ira, frustrazione e paura.

La specie-uomo, per quanto più evoluta di altre, prevede nelle sue forme più ovvie l'istinto di auto-conservazione che, quasi sempre, si converte anche in conservazione dei concetti. Per vivere abbiamo bisogno di punti fissi, di riferimenti e chi mira ad abbatterli ci appare inevitabilmente ostile.

Da qui il malessere delle grandi intelligenze che, nel sistema in cui viviamo, non possono emergere. Due esempi per tutti: come si può riconoscere una mente eccelsa in un sistema scolastico che premia la capacità di "ripetere"? Come si può in una società basata sull'esteriorità e sull'apparire? Molto difficilmente. Gli unici geni che riescono ad affiorare sono quelli con personalità molto forti ma questi rappresentano purtroppo una sparuta minoranza rispetto alla gamma di intelligenze esistenti.


 
 









 
Articoli Torna alla sezione Articoli
 


Video collegati Visualizza i video di questa pagina
Visualizza video sull'argomento "riconoscere".
Visualizza video sull'argomento "genio".
Visualizza video sull'argomento "riconoscere genio".


Dì la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa più dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicità | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2017 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietà di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: