ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
articoli.htm   Articoli - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 

 
- I diritti umani, una branca del diritto -
 

Diritti umani: una branca del diritto
 


In ogni gruppo sociale si pone l'esigenza di regolare il comportamento dei singoli appartenenti allo stesso, tale regolamentazione si sostanzia nella norma, la quale è, appunto, una proposizione che tende a stabilire un comportamento condiviso secondo i valori etici presenti all'interno del gruppo.
I valori etici sono l'insieme di valori morali, norme e costumi di un individuo o di un determinato gruppo. Sono i fondamenti di ciò che viene vissuto come buono, giusto o moralmente corretto.
I diritti umani sono diritti soggettivi, rispondono ai bisogni della società di tutelare la dignità umana, sono assoluti (altrimenti diventano privilegi di determinati gruppi), definiti e si fondano su valori etici, cioè gli ideali universali su cui si basa la propria vita e che stabiliscono le regole che ne permettono il rispetto.
La Dichiarazione dei Diritti umani è stata approvata nel 1948 dall'ONU con lo scopo di evitare le scoppio di nuovi conflitti bellici. Essa nei primi articoli ribadisce l'uguaglianza di tutti gli uomini senza distinzione di razza, sesso, religione e il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona.
Da un punto di vista giuridico, i Diritti Umani vengono definiti da convenzioni e leggi internazionali, ma anche dagli ordinamenti giuridici di numerose nazioni. Va però altresì aggiunto che, secondo molti, la dottrina dei Diritti Umani va al di là delle singole leggi e forma le basi morali fondamentali per regolare l'ordine geo-politico.
I più importanti organismi politici che lottano principalmente per la tutela e la difesa dei diritti umani sono l'ONU e Amnesty International. Ad ogni modo anche gli stati di diritto, quali l'Italia, sono disposti a sostenere politiche estere miranti a questo scopo.
Amnesty International è un'organizzazione non governativa sovranazionale impegnata nella difesa dei diritti umani, il suo scopo è quello di promuovere, in maniera indipendente e imparziale, il rispetto dei diritti sanciti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'uomo e quello di prevenirne specifici abusi.
Amnesty International si propone di accertare gli abusi svolgendo ricerche sistematiche e imparziali su singoli casi di violazione e su violazioni generalizzate dei diritti umani. Con le conclusioni rese pubbliche, i soci, i sostenitori e lo staff di Amnesty International mobilitano la pressione dell'opinione pubblica sui governi e su altri soggetti allo scopo di porre fine a questi abusi. In aggiunta al suo lavoro, chiede a tutti i governi di rispettare la sovranità della legge e di ratificare ed attuare gli atti sulla protezione internazionale dei diritti umani.
L'Italia ritiene che il rispetto dei diritti umani costituisca la base stessa per prevenire i conflitti e per favorire la crescita di società stabili, per questo attua una politica estera basata sulla collaborazione per favorire la convivenza internazionale accompagnata da azioni di tutela dei singoli individui, per questo l'Italia si muove in stretta intesa con l'Europa, decisa a svolgere un ruolo da protagonista nell'elaborazione di una politica comunitaria di tutela dei diritti umani.
Questa politica ha trovato la sua consacrazione , con la Proclamazione della Carta Europea dei Diritti Fondamentali che sancisce l'insieme delle garanzie e delle libertà individuali cui ogni persona ha diritto all'interno del sistema europeo e dalla creazione dell'Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali.
Il nuovo organismo, con sede a Vienna, prenderà il posto dell'attuale Osservatorio sui fenomeni di razzismo e xenofobia (EUMC) ma con un mandato più ampio: potrà svolgere azione di monitoraggio e raccolta dati anche al di fuori del territorio comunitario (in particolare nei paesi candidati a entrare nell'Ue e in quelli con i quali sono stati stipulati trattati di associazione) con il coinvolgimento delle Ong impegnate nella tutela dei diritti umani, con la creazione di un apposito forum (Forum dei diritti fondamentali) nel quale potranno esporre le loro idee.
 

<< INDIETRO    


Video collegati Visualizza i video di questa pagina
Visualizza video sull'argomento "diritti".
Visualizza video sull'argomento "umani".
Visualizza video sull'argomento "branca".
Visualizza video sull'argomento "diritto".
Visualizza video sull'argomento "diritti umani branca diritto".


Dì la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa più dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicità | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2018 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietà di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: