<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> La trasgressione oggi | ARCADIACLUB.COM <% sez_id = 4 immm = "articoli" categoria = 6 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "17" sc_asp = 1 %> <%-- --%> ´╗┐
Articolo
 
´╗┐
<% IF NOT PaginaAAC.NOTITA THEN %> Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento <%End If%>


Articoli La trasgressione oggi
Sesso, droghe e rock'&'roll dicevano una volta...




La trasgressione oggi

<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,120,240,117,,10,,1,1,1,)) %>


 La trasgressione oggi

Le generazioni d'oggi per˛ non si accontentano cosý facilmente. Bisogna spingere il limite sempre pi¨ in lÓ, e il tutto per seguire la moda e distinguersi dal gruppo delle persone civili. Droghe sempre pi¨ pesanti, gruppi satanici, sesso sfrenato e pieno di perversioni. Intolleranza, razzismo, bullismo, ecc. frequentano le nostre scuole, si siedono accanto a te e il mondo non solo acconsente ma festeggia ed esalta i "mitici" trasgressori di turno. Quella voglia di combattere contro l'ingiustizia oggi Ŕ diventata voglia di dimostrare la propria forza a scapito dei pi¨ deboli. Ovviamente, perchŔ fa "pi¨ figo" misurarsi con qualcuno che non pu˛ o non vuole difendersi... E dato che non basta mai il pubblico e i fan, le "gesta" devono diffondersi. Ed Ŕ cosý che si mette di mezzo anche la tecnologia. Diffondere cose che violano le leggi, il rispetto per gli altri e il buon senso Ŕ la regola d'oggi. Personalmente, anche se pu˛ sembrare provocatorio, ritengo che i giovani e giovanissimi non debbano avere cosý tanto accesso alla tecnologia per il semplice fatto che "non sanno cosa farsene". Il fatto che certi genitori possano permettersi certi lussi, non significa che i loro figli siano in grado di capire a cosa vanno in contro. La mancanza di controllo poi, permette ai figli di entrare in mondi privi di regole dove tutto Ŕ permesso e a pensare che non ci siano conseguenze per le loro azioni. Dichiararsi "fascisti" e/o "comunisti" attira molto l'attenzione... Tutti chiedono il perchŔ delle tue idee, ma quando sei piccolo non puoi certo rispondere perchŔ non sai neanche cosa vuol dire... e ti ritrovi a mescolare idee confuse, storte e prive di senso creando cosý la tua "ideologia politica", sei riconosciuto come uno "che s'impegna politicamente", "che cerca di affermarsi", "che sa come risolvere tutti i problemi del mondo". Ma spesso queste idee sono contraddittorie, sfiorando magari il razzismo fai ridere tutti tranne quelli che in quel momento ti stanno vicino. E ad ogni tentativo di discussione seria... il totale rifiuto di confrontarsi con le idee degli altri... in altre parole: l'intolleranza.
<%'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,468,60,176,,9,,1,1,1,)) %> C'Ŕ chi la chiama "la malattia dei deboli" in quanto colpisce i deboli di carattere che tendono a nascondersi in mezzo ad un gruppo ignorando o aggredendo gli altri che minacciano la stabilitÓ della loro realtÓ, convinti di essere gli unici ad essere a conoscenza dell'Unica veritÓ. E' la paura che quello che abbiamo sempre creduto e quello su cui abbiamo basato le nostre idee sia pi¨ o meno giusto di quello degli altri e quindi evitiamo il confronto. In questo modo "sbocciano" i pregiudizi, un metodo veloce ed efficace per: a) attirare l'attenzione di tutti e b) per evitare di conoscere veramente gli altri e "rischiare" di cambiare la propria idea. Ma non va di moda solo trasgredire le regole, anche combattere i "buonisti": "chi sono loro per dirmi cosa devo fare?", "PerchŔ Ŕ giusto quello che dicono loro e non quello che dico io?" Semplice, perchŔ il mondo fa giÓ troppo schifo cosý com'Ŕ senza che tutta questa generazione ci metta del suo per peggiorare ancora le cose. PerchŔ Ŕ compito di tutti rendere il mondo migliore per noi e per i nostri figli. PerchŔ non sappiano mai da dove nasce l'odio che ci circonda. PerchŔ adesso ci sembra "figo" maltrattare gli altri anche se non piacerebbe di sicuro che accadesse a noi o a qualcuno a cui vogliamo bene. PerchŔ vorremmo che tutto fosse bello e giusto. Anche se ci sembra impossibile, possiamo farcela se lottiamo tutti insieme.

 

<% dim autore_file as string = "moon girl" %> ´╗┐<% author.Autore = autore_file %>

 
´╗┐