<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> Zucchero: Fly | ARCADIACLUB.COM <% sez_id = 4 immm = "articoli" categoria = 6 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "17" sc_asp = 1 %> <%-- --%> ´╗┐
Articolo
 
´╗┐
<% IF NOT PaginaAAC.NOTITA THEN %> Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento <%End If%>


Articoli Zucchero: Fly
Come possiamo volare come le aquile se siamo contornati da tacchini...




Zucchero: Fly

<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,120,240,117,,10,,1,1,1,)) %>


 Zucchero: Fly

Disegnare Zucchero Fornaciari significa disegnare il viaggio di una voce dura, marcatamente maschile, con improvvise fughe su toni alti, divertiti, ironici, sempre virtuosi. La musica che egli compone, da andamenti lenti, passa ad improvvisi movimenti ludici, fatti di ritornelli spensierati, quasi come tuffi altalenanti e divertiti, che vanno avanti e indietro, su note che spingono lo sguardo e il pensiero lontano. Con estemporanei giochi musicali e di voce, rapidi e ritmati, si alza al di sopra del banale e del quotidiano, come in una distaccata corsa, arrivando a condursi su altri piani, su altri accordi, che sembrano significare: non importa, andiamo, andiamo ancora. Egli si avventura quasi in prove di gioia, in prove di dolore e di nuovo viceversa. E' un continuo altalenare tra il toccare qualche veritÓ, l'esserci quasi arrivati, provando, cambiando lingua espressiva, cambiando toni e accordi. E il non arrivare mai a toccarla. Si percepisce una sensazione simile, anche se in ambiti e da angolature completamente diversi, a quella che si ha ascoltando, in musica classica, Cajkovskij: un perenne afflato, la nostalgia di qualche cosa di mai toccato, perchŔ il suo acme viene, sembra, costantemente e puntualmente, differito ogni volta. Ogni volta sembra essere spostato in avanti. In Zucchero i modi sono graffianti, naturalmente. Scrive in copertina: "Come possiamo volare come le aquile se siamo contornati da tacchini". Ascoltando gli andamenti dei suoi suoni, siamo come portati a pensare che ne nascerÓ la possibilitÓ.

<%'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,468,60,176,,9,,1,1,1,)) %>

 

<% dim autore_file as string = "Giancarla Vietti" %> ´╗┐<% author.Autore = autore_file %>

 
´╗┐