Registrati    Utenti    FAQ e Regole
Username:
Password:
Salva la password | Perso la password?
ARCHIVIO | 5 utenti online | CHAT  




  Indice del FORUM  Musica  Atari - Can eating hot stars make me sick?...
NOTA: Devi registrarti per inserire un messaggio.
Per registrarti rapidamente: clicca qui. La registrazione è gratuita.
Nome utente:
Password:
Formattazione: GrassettoCorsivoSottolineato Centrato Inserisci collegamento o indirizzo di postaInserisci e-mailInserisci immagine Inserisci citazioneInserisci lista Scegli fra centinaia di faccine quella che più ti aggrada
    Riscrivi il messaggio
Icona messaggio: Normale  Allegro  Stupefacente  Ammiccante  Bad  Good  Interessante
 Idea  Importante  Domanda  The best  Lodevole  Aggressivo  Triste
Testo messaggio:

* HTML Non Attivo
* Istruzioni Html Attivi

Faccine:
 Tutte le faccine di AAC
Modalità:
<- Help
Includi firma nel post.
Ricevi notifica di risposta alla discussione.
Tip of the day:
Leggi le regole e le FAQ Per esprimere al meglio il proprio stato d'animo
Per esprimersi al meglio all'interno di una discussione è buona cosa far uso delle faccine (smile). Tramite esse sarà infatti possibile avere un'idea più chiara dello stato d'animo dei mittenti dei vari messaggi (evitando in questo modo fraintendimenti).

 
D I S C U S S I O N E
 Messaggio di partenza
Darkshiva87 Scrivi Un Messaggio Privato [segue... ]
Passiamo all'analisi dell'album. Il primo singolo estratto è "If my brain was a program", al quale è associato un video molto carino che conta già oltre 4000 visualizzazioni su Youtube e la trasmissione in rotazione su numerosi canali tematici, tra cui la ben nota Mtv. Interessante è "Take me to Venus", brano le cui sonorità rievocano bene quello che è suo il nome accompagnando l'ascoltatore in un viaggio interplanetario, anche se ci si trova a viaggiare sulle più comuni strade terrestri. Io stesso, nell'ascoltarlo a bordo di un autobus lanciato sulla Salerno-Reggio Calabria, mi sono levato in volo con la fantasia fino ai confini del nostro sistema solare. Fluttuando tra sogni e realtà in compagnia dei loro personaggi; approdiamo in fine sullo spazio-porto di "Orbital station", la cui atmosfera non è dissimile da quella di una qualsiasi stazione o aeroporto. L'uso della voce qui richiama quello dell'annunciatore che indica arrivi e partenze a cui fa da contraltare quella di un pendolare che ci confida la sua voglia di partire e non atterrare più. In fondo chi di noi non vorrebbe fare lo stesso?
Facendo un salto in un passato mai vissuto, tutti questi caratteri incisi sul web mi riportano alla mente l'ambiente di un ufficio di 30 anni fa, delle segretarie che ricevono e catalogano documenti stampati da una telescrivente al ritmo di "Black ink". Un mondo - ahinoi - ormai tanto lontano che viene sapientemente attualizzato da questo promettente duo partenopeo con gli undici brani di questo album. Non potete assolutamente lasciarveli scappare, motivo per cui non vi svelo altro ma vi invito all'ascolto, perché no, anche dal vivo: numerosi sono gli appuntamenti live in giro per l'Italia (con un occhio di riguardo al meridione però) da ora fino a fine anno. Approfittatene!


La track-list

1. Take me to Venus
2. White dreams
3. Jack you are a scientist
4. If my brain was a program
5. Becomes a whale
6. Orbital station
7. City lights
8. Overlight
9. Black ink
10. Ants marching
11. Casually

 Ultimi 20 post (dal più recente al più vecchio)

Aggiornamenti di AAC
Gli aggiornamenti di AAC di questa settimana!
Download programmi per per pocket pc windows mobile 1
Pubblicati 10 nuovi utili programmi per Windows Mobile.
Ippocastano (Aesculus hippocastanum)
Inserita la scheda dell'ippocastano.
VB.Net | Un semplice server con TcpListener
Come realizzare un semplice echo-server su TCP.
Lista di tutti i cartoni animati
Un personaggio Marvel e raddoppiata la lista dei cartoni animati.
Icone e cursori da scaricare
Aggiunte 14 nuove icone da scaricare per il desktop.
Estensioni e formati progetto 1
Inserite 10 nuove estensioni di progetto.
Calcolare un compenso all'ora | DISCUTINE >>
Calcola la tua tariffa oraria di libero professionista.
Magic Gladius: Il matrimonio di Shi-Godran Regat
La XXVII giornata di Magic Gladius: il matrimonio del Re Nero.

 

  



E-Mail: Pass: Created by AAC Network
© ArcadiA Club 2019 - P.IVA 02284690035
Torna Su

  Donazioni       Aggiungi a preferiti       AAC Home Page