<%@ Page Language="VB" ResponseEncoding="iso-8859-1" Inherits="AACPage" %> <%@ import Namespace="System.Data" %> <%@ import Namespace="System.Data.Oledb" %> <%@ import Namespace="System.Data.ODBC" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="header" Src="~/header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="footer" Src="~/footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioHeader" Src="~/service/include/telaio_header.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="telaioFooter" Src="~/service/include/telaio_footer.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="autoreFile" Src="~/service/include/autore_file.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aggiornamenti" Src="~/service/include/aggiornamenti.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost" Src="~/forum/inc_ultimi_post.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="ultimiPost3" Src="~/forum/inc_ultimi_post_nuovo.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="aspect" Src="~/service/include/aspect.ascx" %> <%@ Register TagPrefix="aac" TagName="adsenseGenerator" Src="~/service/include/adsense_generator.ascx" %> <% 'Il controllo per il paging correntemente Ŕ registrato qua e lÓ, ma andrebbe 'eliminato da tutte le parti e messo qui '<'%@ Register TagPrefix="aac" TagName="paging" Src="~/service/include/paging.ascx" %'> %> Come colorare a computer un disegno | ARCADIACLUB.COM <% sez_id = 21 immm = "manga" categoria = 7 #CONST aspect_asp = 0 forum_id_asp = "34" sc_asp = 1 %> <%-- --%> ´╗┐
Imparare a disegnare manga
 
´╗┐
<% IF NOT PaginaAAC.NOTITA THEN %> Ingrandisci testo | Stampa testo | Invia ad un amico | Inserisci commento <%End If%>


Articoli Come colorare a computer un disegno


<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,336,280,,,10,,1,1,1,)) %>

Partire da un disegno su carta

Colorare via software disegni realizzati su carta, una volta imparata la tecnica, diventa un'operazione abbastanza semplice; la prima difficoltÓ dell'elaborazione digitale Ŕ rappresentata dal fatto che lo scanner raccoglie infinite sfaccettature di colori e dettagli disponendoli in pixel: ad ogni pixel corrisponde quindi un colore di poco differente rispetto al precedente; in questo tutorial vedremo come uniformare le varie aree...

Tutorial sul disegno manga


Come colorare a computer un disegno - Figura 1

<% 'ADV_ORGANIZER 1.0 | formato, categoria, base, altezza, unico, disposizione, voto, dove, numero,tipo,refresh,output response.write(organize_adv(0,categoria,120,240,215,,9,,1,1,1,)) %>

FIGURA 1

 Immagini di esempio

1) per colorare un disegno cartaceo a computer servono: un buon computer (in grado ovvero di lavorare con la grafica in modo soddisfacente), un buon software di elaborazione immagini (The Gimp, Photoshop, Paint Shop Pro, ecc.) e un comune scanner;

2) iniziamo, creiamo un disegno a matita (su un foglio bianco e pulito) cercando di arrivare ad un risultato il pi¨ possibile vicino ai seguenti requisiti (la figura 1 Ŕ in uno stile fin troppo articolato e "confuso"):

  • tratto pulito e ben marcato (magari ripassato a china);
  • aree chiuse ove necessario (perimetro del viso, vestiti, ecc.);
  • pochi riempimenti netti (poche aree nere o grigie);
  • la matita/china deve fungere da "separatore" tra i vari perimetri;

3) fatto questo non applichiamo alcun ulteriore pigmento (volendo neache i retini) e scannerizziamo il nostro lavoro con una risoluzione di almeno 200 DPI (o superiore, a seconda della potenza del PC su cui lavoreremo in seguito);


Come colorare a computer un disegno - Figura 2

FIGURA 2

 Immagini di esempio

4) apriamo quindi la scansione con uno dei citati programmi di fotoritocco e tra i men¨ cerchiamo voci che riguardano la regolazione del contrasto; solitamente risultano due o tre i parametri da impostare: luminositÓ, contrasto ed eventualmente "gamma";

5) ora, dato che non esistono parametri fissi, proviamo ad alterare queste due o tre variabili in maniera tale da arrivare ad avere una dettagliata immagine con due soli colori (bianco e nero, fig.2) e non un'infinitÓ di gradazioni di grigio (fig.1); in questo caso i parametri sono stati regolati in questo modo: contrasto 100/100 e luminositÓ -67/100 ma come giÓ accennato il tutto varia in base a tratto, carta e software in uso;

6) ottenuta l'immagine a due soli colori passiamo alla prima parte della colorazione; volendo Ŕ adesso possibile utilizzare anche programmi meno prestanti come Paint (di Windows); riempiamo quindi come preferiamo le aree che ci siamo curati di mantenere ben chiuse mentre disegnavamo i bordi;

7) in caso di aree non chiuse o di dettagli persi (vedi bagliore degli occhi in figura 1 e 2) provvederemo a correggere manualmente le varie mancanze (all'inizio si commettono parecchi errori e il lavoro risulta un po' pi¨ lento ma con l'esperienza e la pratica tutto diventa pi¨ fluido);


Come colorare a computer un disegno - Figura 3

FIGURA 3

 Immagini di esempio

8) la seconda e ultima fase della colorazione consiste nell'aggiungere effetti di luce, ombreggiature ed eventualmente filtri che riequilibrino accostamenti cromatici "eccessivi" (ad esempio applicando all'intera figura un "velo" del colore predominante);

9) colorato il disegno come pi¨ ci aggrada (con tanto di effetti) lo si pu˛ ora rimpicciolire a dimensioni normali e utilizzare per i propri scopi;

10) vediamo infine alcuni consigli da tenere presenti durante lo svolgimento di un "progetto digitale" di questo genere:

  • nel disegno iniziale evitare parti confuse o aree chiuse troppo ristrette (fig.1);
  • non far mancare, tra le altre, aree bianche o nere, aree a tinta unita o sfumate;
  • mai esagerare con gli effetti digitali onde evitare forti "stacchi" (non si devono quasi vedere);
  • mai utilizzare tecniche atte a realizzare un disegno in bianco e nero se poi lo si vuole colorare;
  • le texture si possono usare ma devono seguire le forme e non risultare troppo evidenti;
  • usare luci prefatte su singole aree solo se risulta credibile nella scena corrente;
  • usare pochi effetti blur (appannamenti) e mai per correggere vasti errori.

<% dim autore_file as string = "aFiGoZ" %> ´╗┐<% author.Autore = autore_file %>

 
´╗┐