ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
guadagna.htm   Lavoro - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 

 
- Come trovare lavoro -
 
TUTORIAL
 10 consigli su come superare i colloqui e trovare un buon lavoro

Come trovare lavoro
 

COME TROVARE UN BUON IMPIEGO

I segreti per trovare un buon lavoro e superare tutti i colloqui sono tre: fare ciò che ci piace, ciò che sappiamo fare e soprattutto pensare non come dipendenti che vogliono essere assunti a tutti i costi ma come chi ci deve assumere. A tal proposito ecco alcuni spunti molto interessanti su strategie per essere scelti:

  1. Cosa pensa il datore di lavoro? - Anche se è brutto dirlo (e sbagliato pensarlo), a nessuno piace condividere i propri guadagni con altri, tantomeno con degli sconosciuti. Se proprio lo si deve fare, come minimo, si desidera di avere l'impressione di non spesare un frequentatore di social network ma un collaboratore solerte che conosce il settore e ha buona volontà se non addirittura passione. Oltre a dimostraci competenti dobbiamo entrare immediatamente in confidenza, uscire dall'anonimato.
     
  2. La prima impressione - In genere il datore di lavoro pensa di essere una specie di divinità in grado di giudicare chiunque in pochi secondi: sfruttiamo questa sua presunzione e dimostriamoci subito molto disponibili e attivi; penserà di aver trovato una persona di valore pronta a dare all'azienda una sferzata in positivo. Mettiamoci sulla sua stessa linea d'onda e condividiamo le sue ambizioni.
     
  3. Dimostrarsi disponibili - Essere disponibili significa: rispondere alle domande in modo completo, accettare le critiche, prevedere le richieste e dare l'idea di essere pronti a lavorare sodo. Impariamo, con il giusto equilibrio tra umiltà e dignità, a muoverci rapidamente, non permettiamo agli altri di fare quello che potremmo fare noi. Agiamo al nostro meglio: evitiamo le leggerezze e le mancanze di concentrazione.
     
  4. Come rispondere alle domande - Mai rispondere a monosillabi, in modo aggressivo/altezzoso, con altre domande, rimandando al curriculum vitae e/o in modo vago. Se ci viene fatta una domanda non dobbiamo disattenderla ma darle soluzione. Parliamo in modo chiaro ma senza far sentire ignorante il nostro interlocutore (ricordiamo che come noi lavora per passione, denaro o desiderio di potere, in nessuno dei tre casi per essere umiliato dall'ultimo arrivato).
     
  5. Come rispondere alle aggressioni - Prima di pensare a come rispondere, pensiamo al perchè veniamo aggrediti; in genere si tratta di motivi indipendenti da noi, dovuti ad incapacità nella vita sociale o lavorativa di chi ci sta di fronte. Punire una persona frustrata con insulti è inutile e deleterio, anche perchè è probabile che ci stia mettendo alla prova, che stia cercando di capire se metteremo in discussione o meno la sua leadership. E' inoltre praticamente certo che se ignoreremo le sue provocazioni questo smetta di lanciarcene.
     
  6. Prima dare, poi avere - Assumere una persona è un rischio per un imprenditore, impariamo a diminuire la sua paura dimostrandogli il nostro valore; noi sappiamo quanto valiamo, lui no, dobbiamo esporglielo fin da subito; mettiamoci nei suoi panni: preferiremmo stipendiare una persona che ci dice "quando si comincia?", "posso iniziare da subito?" o un'altra che ci chiede "quanto è la paga?", "quante ferie avrò?". Di norma gli imprenditori preferiscono non perdere piuttosto che rischiare per guadagnare, in questo senso, regalare un "assaggio" del proprio contributo significa passare dalla parte da preservare.
     
  7. Superare i pregiudizi - Di primo acchito non dobbiamo vantarci e/o cercare di apparire straordinari, la perfezione allarma le persone, dobbiamo semplicemente non apparire "inadatti" (non esaltiamo i nostri titoli, lasciamo che li scopra da solo sul curriculum vitae). In secondo luogo non dobbiamo dare l'idea di turbare l'ambiente e le sue regole. Scopriamo come si vestono e che atteggiamento tengono i dipendenti ed emuliamoli nei punti in cui ci sembra di essere troppo "fuori da coro", sembreremo fin da subito "di famiglia".
     
  8. L'atteggiamento del corpo - Un sorriso positivo (non di scherno) vince sempre su tutto. Vedendo il nostro sorriso la prima reazione (d'invidia) sarà quella di togliercelo dalla bocca, se resisteremo, la seconda sarà volerci avere sempre a fianco per allietare le giornate. Oltre a questo dobbiamo imparare: a scherzare, a mantenere una postura dignitosa, ad osare (con rispetto), a stringere la mano con energia e a guardare negli occhi la persona che ci sta di fronte.
     
  9. Capire chi abbiamo di fronte - Se vediamo una persona frustrata non ostentiamo la nostra persona e mostriamoci disponibili; se vediamo un "mostro" che scoppia di passione seguiamo la scia dei suoi sogni; se vediamo un "accaparratore" diamogli l'idea di fregarci, o meglio, di fare un affare ad assumerci; se vediamo una persona disperata calcoliamo se siamo in grado di risollevare l'azienda o se è meglio lasciar perdere; se troviamo uno stacanovista dimostriamogli che condividiamo la sua filosofia. Impariamo ad adattarci alle persone con i fatti e mai con le parole ci apprezzeranno e non ci considereranno mai dei lacchè.
     
  10. Mai farsi sottomettere - Essere disponibili e abbassare (inizialmente) il capo è di vitale importanza ma non dobbiamo mai e poi mai farci mettere i "piedi in testa" nè tantomeno sacrificare la nostra personalità. Come capire se stiamo danneggiando la nostra vita? Semplice: se ci sentiamo schiavizzati prima di aver iniziato a lavorare ci stiamo lamentando troppo (la nostra potrebbe essere solo un'impressione), se dopo il primo mese sentiamo che la nostra persona sta venendo annullata, dobbiamo invece cambiare lavoro.

Seguendo queste semplici indicazioni non ci sarà raccomandazione in grado di superarci perchè, fin da subito, il datore di lavoro si accorgerà di non potere fare a meno di noi; verremo visti come un terreno fertile pronto a dare i suoi frutti invece di un arido deserto. In conclusione, se da un lato è vero che per rispondere ai requisiti bisogna forzatamente contenere un po' l'orgoglio, dall'altra, possiamo dire che abbiamo sudato ma abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. L'orgoglio non va confuso con la dignità il primo ci fa cadere a terra, il secondo ci tiene in piedi.

 

<< INDIETRO    


Video collegati Visualizza i video di questa pagina
Visualizza video sull'argomento "come".
Visualizza video sull'argomento "trovare".
Visualizza video sull'argomento "lavoro".
Visualizza video sull'argomento "rapidamente".
Visualizza video sull'argomento "come trovare lavoro rapidamente".


Dì la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa più dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicità | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2017 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietà di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: